HomeIniziativeL'associazioneIl territorioChi siamoContatti

ASSOCIAZIONE CULTURALE "TERRE DI JACOPINO"
 

GLI SCOPI
L’ Associazione culturale “Terre di Jacopino”  è stata costituita nel 2005 da diciassette Soci fondatori con lo scopo di promuovere e valorizzare, in particolare,  il territorio dell’allora Comune di Castello di Serravalle e più, in generale, la Valsamoggia e le colline tra Modena e Bologna. L’Associazione si occupa inoltre della valorizzazione e della conservazione delle testimonianze storiche, delle tradizioni e della cultura locale.

A tal fine “Terre di Jacopino” può gestire spazi culturali e di promozione sociale, organizzare eventi, iniziative editoriali, allestire aree e percorsi naturalistici, escursionistici e didattici e altre attività finalizzate a sviluppare e promuovere il turismo, l’artigianato , il commercio e i prodotti locali.

Proprio in quest’ ottica l’Associazione gestisce l’Ecomuseo della collina e del vino, che ha la sua sede presso la Casa del Capitano all’interno del borgo di Serravalle, tramite un rapporto di convenzione stipulato inizialmente con il Comune di Castello di Serravalle e poi con la Fondazione Rocca dei Bentivoglio al quale il nuovo Comune di Valsamoggia ha delegato il  coordinamento, la promozione e la valorizzazione dei musei presenti sul territorio comunale.

L’ASSOCIAZIONE
Il funzionamento dell’Associazione è regolato da uno statuto che è stato recentemente rivisto ed aggiornato e che prevede i seguenti organo sociali:

  • l’Assemblea dei soci

  • il Comitato direttivo

  • il Presidente.
     

  • L’Assemblea dei soci è l’organo sovrano dell’Associazione, è costituita dai Soci fondatori e    dai soci effettivi ed ha compiti di indirizzo e programmazione.

  • Il Comitato direttivo è costituito attualmente da sette consiglieri ed ha il compito di tradurre in atti concreti le indicazioni programmatiche dell’Assemblea ed in particolare a provvedere all’amministrazione, sia ordinaria che straordinaria dell’Associazione.

  • Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’Associazione, presiede il Comitato direttivo e l’Assemblea. Rappresenta l’Associazione di fronte alle autorità ed è il suo portavoce ufficiale
    L’attuale Presidente dell’Associazione è il Dott. Luigi Vezzalini, in carica dal 2014.

I SOCI
Sono ammessi a far parte dell’Associazione tutte le donne e gli uomini, aziende singole e associate, enti che accettano gli articoli dello Statuto e che condividono gli scopi dell’Associazione.
Annualmente l’Assemblea dei Soci fissa l’importo della quota sociale di adesione.

Leggi lo statuto

Scarica qui la domanda di adesione all'associazione, compila il modulo e invialo all'indirizzo info@terredijacopino.it
Sarai contattato!
 

 

REGOLAMENTO INTERNO DELL’ASSOCIAZIONE
"TERRE DI JACOPINO"

ART. 1 PREMESSA
Il Comitato Direttivo dell’Associazione Terre di Jacopino in base a quanto previsto all’art. 10, comma 4 dello Statuto Sociale, redige il presente “Regolamento Interno” che è parte integrante dello Statuto stesso per la disciplina e l’organizzazione delle attività dell’Associazione.
ART. 2 AMBITO DI APPLICAZIONE
Il presente Regolamento disciplina gli aspetti organizzativi interni, così come i diritti e i doveri delle
persone che a qualsiasi titolo operano per nome e per conto dell’Associazione.
Il regolamento interno è una fonte subordinata allo Statuto, non può quindi modificarne le
disposizioni.
ART. 3 SCOPO DELL’ASSOCIAZIONE
L'Associazione Terre di Jacopino, non ha scopo di lucro, è apolitica, aconfessionale e persegue
esclusivamente il fine della valorizzazione del territorio, promuovendo, sostenendo, e/o realizzando progetti nell’ambito del territorio di Castello di Serravalle e più in generale della Valsamoggia e delle colline tra Modena e Bologna
ART. 4 LE ATTIVITÀ DELL’ASSOCIAZIONE
Per il raggiungimento dei propri scopi sociali l'Associazione può svolgere le seguenti attività:

  • Promuovere, sostenere e/o realizzare attività destinate alla valorizzazione del paesaggio agrario e dei prodotti tipici;

  • Realizzare eventi che diffondano le testimonianze storiche, delle tradizioni e della cultura locale.

  • Promuovere, sostenere e gestire anche in collaborazione con altri soggetti spazi culturali e di promozione sociale, allestire aree e percorsi naturalistici, escursionistici e didattici.

  • Organizzare eventi, iniziative editoriali e ogni altra attività finalizzata a custodire saperi e valori, a sviluppare forme di turismo, artigianato e commercio ambientalmente sostenibili e promuovere i prodotti tipici locali.

  • Organizzare rassegne, incontri, convegni, manifestazioni, anche in ambito scolastico, volti a promuovere e sensibilizzare la popolazione alla tutela e valorizzazione della natura, dell’ambiente, del patrimonio culturale e storico e delle tradizioni del proprio territorio.

ART. 5 – ORGANIZZAZIONE INTERNA
Al fine di consolidare un’organizzazione interna che garantisca continuità, efficacia ed efficienza
dei progetti dell’Associazione, il presente regolamento sancisce l’istituzione delle sotto elencate figure ed organi sociali di riferimento:
ART. 6 - PRESIDENTE
• Rappresenta legalmente l’Associazione
• Convoca e presiede l’Assemblea dei Soci e il Comitato Direttivo, firmandone i relativi verbali
• Assicura lo svolgimento organico e unitario dell’Associazione
• Sovrintende la gestione amministrativa ed economica dell'associazione, di cui firma gli atti.
ART. 7 - VICE PRESIDENTE
• Sostituisce il Presidente in caso di assenza
• Svolge funzioni di Tesoriere (incaricato della gestione contabile e amministrativa) in caso di
assenza.
ART. 8 - SEGRETARIO
Il segretario coadiuva il Presidente e ha i seguenti compiti:
• Provvedere alla tenuta e all'aggiornamento del Registro dei soci;
• Provvedere al disbrigo della corrispondenza;
Redigere e conservare i verbali delle riunioni dell'Assemblea dei soci e del Comitato Direttivo.
ART. 9 - TESORIERE
• E’ incaricato della gestione contabile e amministrativa.
• Provvede alla tenuta dei registri e della contabilità dell’Associazione, nonché alla
conservazione della documentazione relativa, con l’indicazione nominativa dei soggetti
eroganti.
• Provvede alla riscossione delle entrate e al pagamento delle spese in conformità alle
decisioni del Direttivo.
ART. 10 - ASSEMBLEA DEI SOCI
• Delibera modifiche allo Statuto
• Elegge il Comitato Direttivo, il Presidente, i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti, i
componenti del Collegio dei Probiviri
• Esamina e approva i bilanci preventivi e consuntivi
• Delibera lo scioglimento dell’Associazione
• Approva la relazione annuale del Presidente sull’andamento dell’Associazione
• Approva il programma annuale di attività proposto dal Comitato Direttivo
• Approva o respinge le domande di ammissione degli aspiranti aderenti, rigettate dal
Comitato Direttivo
ART. 11 - COMITATO DIRETTIVO
• Programmazione e attuazione dei progetti
• Direzione tecnica, amministrativa e gestionale dell’Associazione
• Gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione
• Delibera l’ammissione e la decadenza dei soci
• Nomina, il Vice Presidente, Segretario, Tesoriere
• Redige il Regolamento contenente le norme per il funzionamento dell’Associazione
• Redige il programma di lavoro annuale dell’Associazione da sottoporre all’approvazione
dell’Assemblea;
Le riunioni del Comitato Direttivo ( Direttivo per brevità) sono presiedute dal Presidente in carica coadiuvato nella redazione dei verbali dal Segretario. Qualora fosse assente il Presidente del Comitato direttivo, la riunione verrebbe presieduta dal Vice Presidente.
I membri del Direttivo, consapevoli della serietà delle riunioni, sono tenuti a non divulgare notizie
e fatti emersi. Questo divieto vale per tutte le persone eventualmente presenti.
Un membro facente parte delle cariche sociali dell’Associazione decade se ottiene un incarico
politico a qualsiasi livello o per una delle cause elencate nel seguente art. 25.
ART. 12 - ELEZIONI DELLE CARICHE SOCIALI
Per le elezioni delle cariche sociali, il Comitato Direttivo fa riferimento al presente Regolamento approvato dall’Assemblea.
ART. 13 MODALITA’ DI VOTO
Le elezioni per rinnovo delle cariche sociali hanno luogo in un’Assemblea ordinaria indetta, di prassi, prima dello scadere del triennio con, all’ordine del giorno, anche tale punto.
Possono votare ed essere votati esclusivamente i Soci in regola con il pagamento delle quote sociali. Le elezioni si svolgono a scrutinio segreto ed è ammesso il voto per delega con il limite massimo di una delega per Socio.
ART. 14 COMMISSIONE ELETTORALE
Al fine di sovraintendere, verificare e garantire la correttezza formale dell’intero iter elettorale: candidature, elezioni, spoglio, proclamazione degli eletti ecc., il Comitato Direttivo nomina una Commissione elettorale 30 gg prima delle elezioni delle cariche sociali. La Commissione elettorale è formata da tre soci, non candidati, scelti dal Comitato Direttivo uscente. La Commissione elegge, al proprio interno, un Presidente.
La Commissione elettorale:
- verifica la validità delle candidature pervenute entro i termini e secondo le modalità richieste;
- predispone le schede elettorali;
- allestisce il seggio elettorale e organizza le operazioni con modalità che rispettino il diritto alla segretezza del voto;
- verifica la regolarità delle operazioni di voto: gli aventi diritto, le deleghe e la consegna delle schede elettorali;
- procede allo scrutinio delle schede immediatamente dopo la chiusura delle operazioni di voto;
- proclama gli eletti;
- redige un verbale sottoscritto da tutti i componenti la commissione stessa e completo di tutte le operazioni di voto.
- dirime eventuali contestazioni in materia elettorale.
ART. 15 CANDIDATURE E TEMPISTICHE
Sono eleggibili alle cariche sociali esclusivamente i Soci in regola con il pagamento della quota associativa. I Soci che intendono candidarsi alla carica di Presidente o di Consigliere dovranno manifestare la propria disponibilità, in forma scritta in formato cartaceo o per e-mail alla Commissione Elettorale entro i quindici giorni antecedenti l’Assemblea elettiva. Dopo la comunicazione del giorno in cui si svolgerà l’Assemblea la Commissione Elettorale, entro il sesto giorno anteriore a quello fissato per la prima convocazione dell’Assemblea per il rinnovo delle cariche sociali, effettuerà la pubblicazione delle candidature la quale sarà resa disponibile a tutti i Soci mediante la pubblicazione (con vari mezzi). Qualora le candidature presentate non fossero sufficienti a coprire tutte le cariche previste dallo statuto sociale vanno accettate eventuali candidature nel corso dell’Assemblea fino al raggiungimento delle candidature previste. Se, nonostante quanto precedentemente esposto, in prima convocazione dell’Assemblea le candidature presentate non fossero sufficienti a coprire tutte le cariche previste, si procederà all’elezione delle candidature presentate solo se esse raggiungono un numero minimo pari a 3.
Può presentare la candidatura alla carica di presidente un socio che risulta essere iscritto da almeno 3 anni. Nel caso in cui pervenga solamente una candidatura alla carica di presidente essa verrà ugualmente votata dall’assemblea ed il presidente sarà eletto a maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto.
ART. 16 SCHEDE ELETTORALI
La Commissione elettorale predispone le schede elettorali: una per l’elezione del Presidente, contenente i nomi di tutti i candidati a tale carica, ed una per l’elezione del Comitato Direttivo contenente i nomi di tutti i candidati a tale carica.
ART. 17 ELEZIONE DEL PRESIDENTE
Il Presidente è eletto con scheda separata a unica preferenza. Viene eletto il candidato che ottiene il maggior numero di preferenze. In caso di parità di voti fra due candidati prevale il più anziano di età. Le schede contenenti più di una di preferenze sono considerate nulle.
ART.18 ELEZIONE DEI MEMBRI DEL COMITATO DIRETTIVO
I componenti il Comitato Direttivo sono eletti con scheda unica e con voto limitato ad un massimo di preferenze pari al numero dei consiglieri da eleggere. Sono eletti i candidati che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze. In caso di parità nei risultati delle votazioni prevale il più anziano di età. Le schede contenenti un numero di preferenze superiore a quello dei consiglieri da eleggere sono considerate nulle.
ART. 19 SCRUTINIO E PROCLAMAZIONE
La Commissione elettorale procede allo scrutinio delle schede immediatamente dopo la chiusura delle operazioni di voto.
Le schede scrutinate sono conservate presso la sede dell’Associazione in visione ai soci e agli interessati che ne facciano richiesta.
La Commissione elettorale proclama gli eletti comunicando l’esito ai singoli candidati. Degli esiti della votazione viene data informazione ai soci tramite comunicazione scritta o tramite posta elettronica. I risultati delle votazioni sono inoltre pubblicati sul sito internet dell’Associazione.
ART.20 INSEDIAMENTO DEGLI ORGANI
Ricevuta comunicazione dell’elezione, da parte della Commissione elettorale, il Presidente neo eletto convoca entro 15 giorni il nuovo Comitato Direttivo che, nella prima seduta adotta un atto di insediamento dei nuovi organi sociali. L’atto di insediamento determina la data di inizio di servizio delle funzioni degli organi nonché la futura data di termine del mandato.
ART. 21 SOSTITUZIONI
Come previsto dall’art.10 dello Statuto, qualora nel corso del mandato, si verifichino dimissioni o altre forme di indisponibilità alla carica di uno o più componenti il Comitato Direttivo, subentrano automaticamente i candidati non eletti che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze.
ART. 22 CONTESTAZIONI
Le operazioni effettuate non in conformità con il presente Regolamento possono essere impugnate dagli Associati. Il ricorso, in forma scritta, dovrà pervenire entro quindici giorni dalle operazioni di voto alla Commissione elettorale che è competente in materia.
ART. 23 I SOCI
SOCIO FONDATORE
Sono Soci Fondatori le persone che hanno sottoscritto l’Atto Costitutivo.
- Diritto di partecipazione e voto all'Assemblea Generale dei soci.
- Diritto di candidarsi come membro nel Direttivo e come Presidente.
SOCIO EFFETTIVO
Sono soci effettivi le persone che hanno chiesto ed ottenuto la qualifica di Socio dal Direttivo e versato regolarmente la quota sociale
- Diritto di partecipazione e voto all'Assemblea Generale dei soci.
- Diritto di candidarsi come membro nel Direttivo;
- Diritto di candidarsi come Presidente se socio almeno da tre anni.
ART. 24 MODALITÀ DI ISCRIZIONE A SOCIO E QUOTE
L’aspirante socio è tenuto ad accettare il contenuto dello statuto, del regolamento interno e ad accettare il pagamento della quota associativa annuale.
Il modulo di iscrizione verrà fornito all’aspirante socio in forma cartacea o elettronica.
L’aspirante socio deve compilare il modulo di iscrizione, preparato dal Comitato Direttivo, nel quale riporterà i suoi dati personali, compreso l’indirizzo di posta elettronica, che verrà utilizzato per le comunicazioni ufficiali.
Il socio può richiedere la variazione dei dati al Comitato Direttivo o al Segretario che provvede ad aggiornare il Registro degli Associati.
Il modulo di iscrizione può essere scaricato dal sito web dell’Associazione e compilato e spedito per posta ordinaria, posta elettronica o fax alla sede dell’Associazione o consegnato direttamente ad un membro del Direttivo.
Il Comitato Direttivo, ricevuta la richiesta, decide alla prima riunione utile, sull’ammissione dei nuovi soci che abbiano fatto richiesta di iscrizione dall’ultima riunione effettuata dal Direttivo
stesso; sulla domanda di iscrizione il Comitato Direttivo deve comunque decidere entro 60 giorni dalla data in cui è stata ricevuta la domanda di iscrizione.
In caso di accettazione del socio, il Comitato Direttivo comunica l’esito positivo dell’ iscrizione al socio tramite i recapiti forniti. A decorrere dalla data in cui il Comitato Direttivo o il Segretario iscrive l’aspirante socio nel Registro degli associati, questi viene considerato socio a tutti gli effetti con tutti i diritti e gli obblighi derivanti. Il socio deve quindi versare la quota associativa entro 30 giorni dall’accettazione della domanda da parte del Comitato Direttivo, secondo le modalità di pagamento prescritte da questo regolamento. Il pagamento della quota associativa deve essere effettuato in contanti o attraverso Bonifico alle coordinate indicate sul sito ufficiale della Associazione. In caso di mancata accettazione, il Comitato Direttivo provvederà a comunicare al socio le motivazioni che lo hanno escluso.
L’aspirante socio potrà richiedere nuovamente l’iscrizione, soltanto quando non sussistano le cause che ne hanno determinato la mancata accettazione.
ART. 25 - PERDITA DELLA QUALITA' DI SOCIO
L’esclusione dalla qualità di Socio è deliberata dal Comitato Direttivo.
La qualità di socio si perde per:
- Dimissioni, decesso o esclusione;
- Mancato pagamento della quota sociale entro 30 giorni dalla data di scadenza di ogni anno fissata dal Direttivo o per mancato pagamento della quota associativa per due anni consecutivi per i soci fondatori;
- Svolgimento di attività incompatibili con quelle dell’Associazione o comportamento contrastante con gli scopi e lo stile dell’Associazione.
- Inottemperanza alle disposizioni Statutarie e al Regolamento Interno dell’Associazione
Costituisce causa di sospensione e/o esclusione anche:
a. la sentenza di condanna passata in giudicato per delitto non colposo contro l’ordine pubblico, contro la persona, contro il patrimonio, contro la morale. Sarà effettuata una sospensione per coloro i quali siano stati condannati per gli stessi reati, anche con sentenza non passata in giudicato.
b. L'essere dediti a qualsiasi forma di pedofilia e/o l'aver riportato qualsiasi condanna per reati connessi.
c. Una qualsiasi misura di sicurezza.
d. L’appartenenza o la collusione, in qualsiasi modo, ad associazioni criminali o di stampo mafioso o che possano comunque rientrare nella fattispecie criminosa di cui all’art. 416 bis C.P.
e. Una condotta palesemente e gravemente contraria ai principi, alle finalità, agli scopi dell’Associazione o alla sua azione.
f. Una condotta sconveniente e pregiudizievole presso gli enti presso i quali si presta le attività.
g. Formare un’Associazione con le stesse finalità.
h. L’utilizzo di fondi devoluti all’associazione senza aver chiesto autorizzazione al Comitato Direttivo dell’Associazione.
i. Ogni iniziativa locale presa dal socio o un gruppo di soci senza aver prima chiesto autorizzazione al Direttivo.
j. Raccogliere fondi senza aver chiesto autorizzazione al Direttivo dell’Associazione.
ART. 26 – DOVERI DEI SOCI
Tutti i Soci dell’Associazione hanno il dovere di:
a) prestare la propria attività liberamente e gratuitamente, rispettando ed accettando i
principi dello Statuto ed il Regolamento interno dell’Associazione.
b) sottoscrivere la quota associativa annua.
c) evitare comportamenti od omissioni che in qualsiasi modo ostacolino la realizzazione dei
principi e delle finalità dell’Associazione.
d) evitare comportamenti od omissioni che in qualsiasi modo possano recare danni materiali ai locali, ai mezzi e alle attrezzature messe loro a disposizione dall’Associazione.
e) rispettare gli eventuali turni di attività concordati con il Responsabile dell’iniziativa.
f) impegnarsi a trovare un sostituto in caso di impedimento ad esser presente, di comunicare ai Responsabili con un preavviso di 24 ore la mancata sostituzione; consapevoli del fatto che un diverso comportamento porterebbe danno al servizio ed alle persone che ne usufruiscono.
i) mantenersi informati sulle attività dell’Associazione usando luoghi e tempi previsti.
k) di prestare la propria opera nel massimo rispetto degli altri soci, delle persone accolte, dei Responsabili e del Comitato Direttivo, evitando comportamenti offensivi, verbalmente e fisicamente violenti, lesivi della dignità delle persone e che pregiudichino i diritti e le libertà personali.
l) di riferire al Direttivo tutte le problematiche incontrate nello svolgimento delle attività
al fine di contribuire al continuo miglioramento delle attività stesse.
ART. 27 SVILUPPO INIZIATIVE DELL’ASSOCIAZIONE
Le iniziative ufficiali dovranno essere assoggettate all’approvazione del Comitato Direttivo, il quale vaglierà, approverà e stilerà il calendario di tutte le iniziative nell’arco dell’anno.
ART. 28 GESTIONE INIZIATIVE
Ad ogni iniziativa derivante dalla attività dell’associazione vi sarà un Responsabile di turno scelto fra i componenti del Direttivo. Se nessun membro del Direttivo può essere presente, sarà designata da parte del Direttivo, anche per un periodo continuativo, un’altra persona fra i Soci. Il Responsabile dell’iniziativa controlla l’andamento dell’iniziativa e decide su ogni controversia di qualsiasi natura che dovesse insorgere tra i soggetti interessati. Ogni Socio ha la possibilità di partecipare a qualsiasi tipo di manifestazione organizzata o promossa dall’Associazione ed ha il diritto di essere informato, in tempi consoni, delle iniziative organizzate. Alcune iniziative possono prevedere una quota di iscrizione a parziale o totale copertura delle spese sostenute. Il responsabile dell’iniziativa si fa carico, previa approvazione del Direttivo, di stabilire tale quota e le modalità di partecipazione.
ART. 29 PARTECIPAZIONE ALLE INIZIATIVE DELL’ASSOCIAZIONE
I soci volontari sono tenuti a partecipare alla vita e alle attività dell’ associazione, ciascuno secondo la propria disponibilità e abilità. I soci si fanno promotori delle attività verso l’esterno.
ART. 30 CURA DEGLI SPAZI, DEI BENI E DELLE STRUTTURE GESTITE O UTILIZZATE DALL’ASSOCIAZIONE
I soci di Terre di Jacopino sono tenuti a curare la vivibilità degli spazi in cui si svolgono le attività dell’Associazione e a mantenere integri i beni acquistati, gestiti successivamente alla data di
costituzione. In caso di danneggiamento o degrado dei suddetti spazi o beni ed in presenza di chiare responsabilità individuali, il Comitato Direttivo ha facoltà di imporre al socio inadempiente il ripristino della situazione iniziale addebitando le spese a carico del socio stesso.
ART. 31 INIZIATIVE E SOTTOSCRIZIONI ESTERNE
Ogni Socio è libero di potersi iscrivere ad altre associazioni culturali o di altra natura.
Detto ciò, se attraverso tali iniziative, volontariamente, si arreca svantaggio, danno o pregiudizio all'Associazione i Soci rei di tale atteggiamento scorretto, potranno essere sospesi o esclusi dall'Associazione.
ART. 32 RESCISSIONE ISCRIZIONE
Ogni associato può disdire la propria iscrizione dall'Associazione in ogni momento.
La richiesta di rescissione del proprio tesseramento va comunicata per iscritto specificando la motivazione (raccomandata A/R) al Presidente o al Segretario oppure inoltrando un messaggio di posta elettronica all'indirizzo dell’Associazione.
I Soci che disdicono la loro iscrizione non hanno alcun diritto ai rimborso della quota versata, come pure alcun diritto di quota sul patrimonio sociale.
ART. 33 CONVENZIONI
Le Convenzioni garantite dal tesseramento con l’Associazione Terre di Jacopino , le partnership progettuali, e la partecipazione a Reti di Associazioni sono approvate dal Comitato Direttivo e pubblicate sul sito internet ufficiale dell’Associazione.
ART. 34 PIATTAFORME WEB
L’Associazione può utilizzare i seguenti strumenti informatici per comunicare con gli associati:
- Sito web ufficiale dell’Associazione Terre di Jacopino : http://www.terredijacopino.it/
- Indirizzo di posta elettronica dell’associazione (vi accede il Direttivo):
- Pagina faceboock o twitter o altro.
Il Direttivo è responsabile di tutti gli strumenti mediatici (internet, posta elettronica, social, etc.), ne possiede le password di accesso, è amministratore di tali strumenti e ne modera i contenuti e le discussioni. Tale responsabilità può essere delegata dal Direttivo ad un socio, anche per un periodo continuativo.
ART. 35 PROPRIETÀ INTELLETTUALE DEI CONTRIBUTI
I contributi di idee, articoli, pubblicazioni, disegni, fotografie, video, testi, ecc. forniti dai soci in qualunque modalità (brevi manu, posta, email, social networK), quando non diversamente concordato con il Comitato Direttivo, sono da ritenersi di proprietà dell’Associazione
che ne dispone a suo piacimento. I soci, quando non diversamente concordato, possono disporre delle loro creazioni per i propri blog, siti internet, pubblicazioni ecc. senza dover versare nessun corrispettivo all’Associazione.
ART. 36 RISPETTO DELLA PRIVACY.
I soci volontari sono tenuti al rispetto della Privacy. Questo significa che per nessun motivo
possono divulgare informazioni sui fruitori delle attività. Non possono fare nomi degli utenti o
divulgare all’esterno dell’associazione dati riguardanti lo stato sociale, finanziario e di salute delle
persone con le quali vengono in contatto durante lo svolgimento delle attività.
ART. 37 AFFIDAMENTO DI INCARICHI SPECIALI.
Il Comitato Direttivo ha il compito di affidare incarichi speciali e di revocarli. Gli incarichi vengono comunicati ai soci tramite lettera raccomandata postale o consegnata a mano e sottoscritta per accettazione. La durata dell’incarico è variabile e verrà indicata sulla lettera.
ART. 38 VARIE
In generale, ai membri del Comitato Direttivo compete la gestione del sito web, la gestione delle relazioni esterne, la gestione e custodia della documentazione e delle attrezzature e, comunque, di tutto ciò che attiene alla vita dell’Associazione.
Nello svolgere tali compiti possono essere aiutati da altri Soci.
L’attività dei componenti del Direttivo è gratuita e le prestazioni dei Soci sono prevalentemente gratuite, salvo i rimborsi per le spese effettuate, o eventuali particolari iniziative che prevedano una retribuzione, che devono comunque essere approvate dal Direttivo.
ART. 39 - NORMA DI RINVIO
Il Comitato Direttivo ha facoltà di integrare, e/o modificare mediante atto deliberativo, le norme
operative di cui sopra nell'interesse di un sempre migliore funzionamento dell'Associazione, nei
limiti statutari. Eventuali controversie su quanto non previsto dal presente regolamento sono rimesse alla decisione del Comitato Direttivo. Quanto non riportato dal presente Regolamento fa riferimento a quanto prescritto dal Codice Civile e Statuo dell’Associazione Terre di Jacopino il quale, quest’ultimo, in eventuali disaccordi ha maggiore priorità ne confronti del presente regolamento.
Il presente regolamento è stato approvato dall’Assemblea dei Soci dell’Associazione Terre di Jacopino in data 15 marzo 2017.

Scarica il regolamento dell'Associazione